Autobiografia cristiana

(a cura dott.ssa Elisa Vatti, resp. Centro Cristiano “La Casa Sulla Roccia” di Grosseto)

La scrittura autobiografica è il “racconto retrospettivo che qualcuno fa della propria esistenza, quando mette l'accento principale sulla propria vita individuale, in particolare sulla storia della propria personalità”.

La scrittura autobiografica per Gesù pone, invece, l'accento principale sul percorso spirituale del discepolo. Quindi, come la scrittura in generale, ma soprattutto quella autobiografica, è una testimonianza, una traccia, un segno della storia, così la scrittura della propria vita nella fede è un segno indelebile che ci ricorda il nostro cammino spirituale, i passaggi significativi verso la maturità cristiana, le piccole e grandi cose che Dio ha fatto per noi! Non solo, quando ci sembra che niente sia cambiato, avere l’opportunità di rivisitare la nostra esperienza passata, le liberazioni, le guarigioni, le difficoltà, le sofferenze ma anche le vittorie avute in Gesù, ci incoraggia nel proseguire la nostra corsa verso la meta e ci fortifica nella fede, perché ci fa comprendere il meraviglioso piano di Dio per la nostra vita e come Lui abbia abilmente intessuto con noi la trama della nostra esistenza, per farci giungere a quello che siamo diventati nel presente ma anche per renderci più consapevoli rispetto alla nostra personale chiamata e al nostro posto nella Sua chiesa. Pertanto scrivere un’autobiografia della nostra vita spirituale e/o alcune tappe di quest’ultima rinforza la nostra fede e ci edifica, ma edifica anche chi l’ascolta o la legge.

Nel mondo la scrittura autobiografica sta diventando uno dei nuovi metodi della pedagogia contemporanea e viene utilizzata in contesti di ricerca, educazione e formazione poiché attiva i processi cognitivi della memoria, della retrospezione e dell’introspezione e favorisce la riorganizzazione dell’esperienza. Indubbiamente la scrittura favorisce la riflessività e la pensosità, in quanto permette un’analisi più acuta dell’esperienza umana e approfondisce il pensiero. Essa viene considerata una tecnica che cura perché permette di porre attenzione a noi stessi, ai nostri vissuti, ai nostri valori, ai nostri sentimenti e, quindi, è capace di produrre l’incontro affettivo con noi stessi; è anche un modo per affermare il nostro essere presenti nel mondo, per riconferirci quel valore e quell’importanza che non sempre ci viene data o sentiamo di avere. Attraverso la scrittura autobiografica il soggetto diventa un mentore di se stesso in quanto nel recuperare l’esperienza passata diventa in grado di trarre da essa degli insegnamenti che gli permettono di adattarsi meglio alle circostanze della vita e di acquisire maggiori abilità nell’affrontare situazioni problematiche.

Utilizzare la metodologia autobiografica per raccontare le meraviglie che Dio ha fatto nella nostra vita, ma anche tutta l’esperienza spirituale con Lui, ci rende consapevoli di chi è Dio ma anche della nostra identità in Cristo Gesù. Non solo, ci insegna ad imparare dall’esperienza e ci permette di donare agli altri, che la leggeranno o l’ascolteranno, tutto quello che abbiamo imparato nel nostro cammino di fede.

Dio dice che la nostra vita è preziosa ai Suoi occhi e scrivere, soprattutto scrivere per Dio, per dare testimonianza di ciò che Lui ha fatto per noi è un’opportunità per far risplendere questa preziosità che noi abbiamo e che Lui ha!

Nel mondo la scrittura autobiografica è considerata una tecnica capace di lenire in parte il dolore e di colmare la solitudine, perché ci permette di elaborarlo, di comprenderlo, di conoscerlo e, quindi, anche di imparare da esso. Il dolore, quando è scritto, non è più imprigionato nella nostra anima ma viene liberato e, spesso, può diventare un’opera meravigliosa, che determina compiacimento e soddisfazione. Molte tra le opere letterarie e poetiche della nostra storia nascono proprio da un animo inquieto e triste. Esprimere il nostro travaglio interiore davanti a Dio attraverso la scrittura è un modo per portare alla luce le cose nascoste, affinché diventino luce, ma anche per esaminarci e comprendere la nostra condizione, in vista di una trasformazione.

Scrivere di sé, sotto la guida dello Spirito Santo, può aiutare il discepolo ad esaminare se stesso davanti a Dio, a vedere la propria condizione di peccato, le proprie responsabilità e tutto ciò che nella propria vita costituisce un ostacolo nella comunione con Dio.

Oltre a quanto detto finora, è importante considerare l’importanza che la parola scritta ha in tutta la Bibbia. Questo libro è stato scritto dallo Spirito Santo per mano dei profeti e degli apostoli, affinché niente di quello che Dio voleva comunicare all’uomo andasse perso! La legge è stata scritta su tavole di pietra (Es 31:18); le profezie sono state scritte e così pure le esortazioni, le benedizioni... Tutte le cose sono state scritte come esempio per noi e per ammonirci (1 Cor 9:11-13); i segni miracolosi di Gesù sono stati scritti affinché crediamo che Gesù è il Cristo, il Figlio di Dio e affinché credendo abbiamo pace nel Suo nome (Gv 20:31); Dio, quindi, ha ispirato la Scrittura affinché potesse insegnare e istruire (2 Tim 3:16).

In tutta la Bibbia le espressioni “scrisse”, “scrissero”, “scritte”, “scritto”, “scritture”, “scrittore”, “scriba”... vengono usate migliaia di volte ed è evidente che la scrittura è uno strumento potente usato da Dio per comunicare con l’uomo! Parlando del Suo popolo, infatti, Dio dice che scriverà le Sue leggi nel suo cuore e nella sua mente (Eb 8:10 e 10:16).

La scrittura, quindi, aiuta a trattenere le promesse di Dio; e la Parola di Dio è stata scritta dal Vecchio Testamento al Nuovo perché solo le scritture possono tramandare il pensiero di Dio sull’umanità e sulla storia.

Le parole deformano, ma la Scrittura informa, forma e trasforma, perché è Parola di Dio e, quindi, è vivente ed efficace. Nella sua prima lettera Giovanni dice di aver scritto le cose di Dio affinché gli uomini sappiano che in Gesù hanno la vita eterna e credano così nel Suo nome! (1 Gv 5:13). Questo è l’obiettivo della scrittura autobiografica per Gesù: far conoscere la potenza dell’amore di Gesù e riconoscerla per la nostra vita!

Per i motivi sopra esposti, gli obiettivi principali dell'autobiografia cristiana sono:

  • Stimolare a scrivere le proprie testimonianze di fede;

  • Prendere consapevolezza di chi è Dio e della nostra identità in Gesù Cristo;

  • Conoscere la nostra condizione e assumerci la responsabilità di trasformare quelle aree della nostra vita che non sono ancora santificate;

  • Donare agli altri ciò che abbiamo ricevuto da Dio e gli insegnamenti che abbiamo tratto nel corso della nostra esperienza spirituale;

  • Edificare la nostra fede e quella di altri attraverso la testimonianza scritta.

 

Nell'ambito dell'Autobiografia Cristiana si sta sviluppando il progetto:

AUTOBIOGRAFI PER GESU'”

Tale progetto ha l'obiettivo di facilitare il discepolo nell'incontro profondo con se stesso e con Dio attraverso la scrittura della propria storia di vita o di frammenti di essa.

La scrittura autobiografica può essere utilizzata come:

  • Ausilio nella cura dell'anima;

  • Fonte di testimonianza spirituale che edifica se stessi e gli altri;

  • Strumento per esprimere con più facilità le proprie inquietudini interiori e l'anelito verso Dio;

  • Tecnica per migliorare la conoscenza e la consapevolezza personale;

  • Tecnica per affinare le capacità di ripensamento delle proprie vicende esistenziali e spirituali, per poi trarne insegnamento;

  • Opportunità di evangelizzazione degli altri e di rievangelizzazione di se stessi, nella misura in cui si ricordano i passaggi significativi e le trasformazioni operate dallo Spirito Santo in noi.

Nell'ambito di questo progetto, che prevede anche uno sviluppo online, verranno proposti seminari a tema, in cui ogni partecipante potrà essere guidato nella scrittura di esperienze spirituali focalizzate sul tema stesso.

I seminari saranno aperti a chiunque desideri migliorare la comunione con Dio e riscoprire l'importanza della propria storia di vita nel Suo proponimento d'Amore.

Per INFO: centrocristianolcsl@gmail.com

© 2012 - Centro Cristiano Fede Speranza Amore - Via Empoli, 15/2 - Firenze - CONTATTACI